mercoledì 17 settembre 2014

Corfu halidays: Sidari





Il viaggio prosegue! Dopo Kassiopi ci siamo spostati sulle coste settentrionali di Corfù fino a Sidari, uno dei posti più singolari che abbia mai visto!
La conformazione delle rocce è notevolmente diversa rispetto a quella degli altri scogli, sono piatti ed alti, e le stratificazioni di argilla ed altri tipi di roccia conferiscono a tutto l'ambiente un'aspetto davvero paticolare, che ricorda un pò quello del Gran Canyon.
Il bello è che questo luogo, proprio grazie a questa sua caratteristica, è un vero e proprio parco divertimenti naturale! Oltre al fatto che è piuttosto facile arrampicarsi senza farsi troppo male per tuffarsi un pò ovunque, queste rocce, non essendo troppo dure, sono state scavate dal mare a formare canali e grotte naturali di ogni tipo da cui entrare ed uscire a piacimento (anche se a dire il vero sarebbe anche vietato attraversare le scogliere nelle grotte, ma mi sono accorta del cartello solo alla fine... Quindi è evidente che nessuno ti dice niente se lo fai! ;P), inutile dire che mi sono divertita da matti lì! ^^
L'unico neo è che l'acqua,  causa delle rocce argillose è un pò meno limpida dove è bassa e per vedere bene i pesci bisogna nuotare un pò al largo, ma  ne vale assolutamente la pena, ce ne sono tantissimi!
Inoltre, sempre lì a Sidari, c'è una caletta molto particolare la cui forma ricorda un cuore, chiamata "Canal d'Amour", in cui si dice che chi ci si fa il bagno troverà l'anima gemella e sarà felice per tutta la vita: io naturalmente l'ho fatto, adesso vediamo se funziona! Incaso contrario... dovrò tornare a riprovarci! ;P






The journey continues! After Kassiopi we moved up to the north coast of Corfu until we arrived to Sidari, one of the most unique places I've ever seen!  
The shape of the rocks there is considerably different from the other: they are flat and high, and the layers of clay and other rock types give the whole place an aspect really peculiar, that's a little reminiscent of the Grand Canyon.  
The beauty is that this place, thanks to its characteristics, it is a true amusement park, all natural! Besides the fact that it is quite easy to climb to dive into the sea almost everywhere, these rocks, not being too harsh, have been excavated from the sea to form natural caves and channels of all types in which you can enter and exit at your will (although to tell the truth would also be forbidden to cross the cliffs through the caves, but I noticed the sign only at the end ... So it is clear that no one tells you anything if you do it!, P).  
The only drawback is that the water, because of the clay rocks is a little less clear were is low and to see good the fishes you must swim a little off, but it is absolutely worth it, there are so many!  
In addition, always there in Sidari, there is a very special cove whose shape resembles a heart, called "Canal d'Amour", which they say that those who bathe in find a soul mate and will be happy for the whole life: I course I did it, now let's see if it works! In case contrary ... I'll have to go back to try again! ; P
















Smile! :)

Mum & Dad at Canal D'amour




























Lo so le foto sono mezze sfocate, ma con la fatica che ho fatto per arrampicarmi fino in cima, non potevo non metterle!^^     The climb: step 1

Step 2

Step 3

Done! :D








































...next stop: Paleokastritsa

martedì 16 settembre 2014

Corfu holidays: Kassiopi





Dopo aver visitato i dintorni di Corfù città ci siamo spostati a nord (dove si trovano le zone più belle dell'isola), abbiamo passato Ipsos, l'unico centro un pò più turistico con taverne e localini proprio sulla spiaggia ed un lungomare che ricorda quello di Formentera, e ci siamo diretti verso Nissaki fermandoci a fare il bagno a Koulomi (una spiaggetta di ciottoli ad u piccolina ma bianchissima circondata da boschi verdi, di cui si dice che lo scrittore inglese Durrel si sia innamorato e che vi abbia risieduto per qualche anno con la moglie) ed abbiamo ragiunto il delizioso porto di Koulura, proprio lì vicino, piccolo e poco frequentato ma bellissimo.
Poi abbiamo superato Agios Stefanos, una lunga spiaggia dorata con un mare azzurrissimo, e siamo finalmente arrivati a Kassiopi.
La caratteristica di Kassiopi sono le scogliere bianchissime e piatte circondate da alberi di eucalipto ed un mare (dato anche il fondale chiaro) talmente trasparente che si riuscivano tranquillamente a vedere i pesci da fuori anche a diversi metri di profondità!
Fare il bagno lì è stata una delle esperienze più particolari che abbia mai fatto: sott'acqua ci si vedeva talmente bene che sembrava che l'acqua non ci fosse nemmeno!:D








After visiting the surroundings of Corfu town we moved to the north (where there are the most beautiful areas of the island), we passed Ipsos, the only center a little more touristy with tavernas and cafes right on the beach and a promenade that made me think to Formentera, and we headed towards Nissaki stopping to swim in Koulomi (a pebble white beach shaped as u, petite and surrounded by green forests, on which they said that the English writer Durrell felt so in love that he has resided there for few years with his wife), and we get the delightful port of Koulura, just nearby, small and little known but really beautiful.
Then we passed Agios Stefanos, a long gold beach with a deep blue sea, and we finally arrived in Kassiopi.  

The characteristic of Kassiopi are the white and flat cliffs surrounded by eucalyptus trees and a sea (because even the bottom so light) so transparent that you could easily see the fish from the outside even several feet deep!  
Bathing there was one of the most special experiences I've ever done: underwater I saw so well that it seemed that the water was not even there! :D








Ag. Stefanos








Kassiopi








Koulumi




Kassiopi




Koulura



Kassiopi

me underwater



Koulura


































...next stop: Sidari